• Specialista in ginecologia
  • Ostetrica
  • Ginecologia

Sterilità

Riproduzione assistita

Per tecniche di riproduzione assistita si intende qualunque metodica che preveda una "manipolazione" o meglio un intervento sui gameti (ovulo e spermatozoo) al fine di indurre una gravidanza. Alcune forme di sterilità non legate ad alterazioni degli organi pelvici della donna come: la sterilità di inspiegata, la sterilità immunologica, l'insufficienza del muco cervicale, per l'uomo l'ipofertilità. Per queste forme di sterilità non esiste un trattamento specifico, la scelta terapeutica è orientata ad aumentare la probabilità di incontro dell'ovulo e dello spermatozoo mediante tecniche come: l'inseminazione intrauterina (I.U.I.), l'inseminazione intraperitoneale (I.P.I.), l'inseminazione intracervicale (I.C.I.).

Spermicidi e Sterilizzazione

Spermicidi

Sono preparazioni a base di sostanze tensioattive sotto forma di ovulo, candeletta, crema, gel o schiuma. Devono essere applicati profondamente in vagina prima del rapporto sessuale (al massimo un'ora prima) in modo da ricoprire bene il collo dell'utero. L'applicazione va ripetuta in caso di un secondo rapporto. Dopo un'ora dall'applicazione perdono molta della loro efficacia. Sono utilizzati in associazione con altri metodi (profilattico e diaframma). Queste preparazioni possono essere non gradite sia per il loro odore, che può a volte disturbare l'olfatto, sia perchè ingenerano un eccesso di lubrificazione che diminuisce le sensazioni.

Sterilizzazione femminile

Si ottiene mediante la legatura o l' occlusione delle tube o mediante la resezione di un tratto di esse. Si può praticare la sterilizzazione durante un intervento chirurgico tradizionale (per esempio in corso di taglio cesareo) oppure con un piccolo intervento in anestesia generale (laparoscopia).

Sterilizzazione maschile
Consiste nella legatura e taglio dei dotti deferenti (I canali che portano gli spermatozoi dal testicolo verso l'esterno). É un intervento eseguibile in anestesia locale e non influisce sulla produzione di ormoni da parte del testicolo e quindi sul desiderio sessuale.

Ginecologia

Nel momento in cui sta per arrivare un bambino le spese che la famiglia deve sostenere aumentano. La futura mamma però non sempre sa che può risparmiare sui costi degli esami clinici e delle visite mediche da fare durante la gravidanza: la maggior parte di essi, infatti, è gratuita, grazie anche a quanto stabilito nell'ultimo decreto riguardo alla maternità, pubblicato sulla gazzetta ufficiale del 20 ottobre 1998. Il decreto contiene l'elenco dei test a carico del Servizio Sanitario Nazionale, cioè quelli gratuiti. Da notare che non sono esenti dal ticket solo gli esami che deve effettuare la donna. Alcuni controlli riguardano, infatti, anche il papà, mentre altri dovrebbero essere eseguiti da entrambi i futuri genitori. Inoltre, in alcune regioni, le coppie non devono pagare neppure le seimila lire dovute per la ricetta medica. Tutti gli esami, però, devono essere prescritti dal medico di base e vanno effettuati presso le strutture pubbliche (ospedali e consultori) o presso quelle private convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.  

POLLINA DOTT.SSA ANTONELLA | 115, Via Torre - 91100 Trapani (TP) - Italia | P.I. 02417810815 | Cell. +39 348 0104787 | ginecologo.it@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy